VISITA DIETOLOGICA E DIETA PERSONALIZZATA

 

Alla luce delle nuove conoscenze si può dire che nessun alimento “fa bene” o “fa male” in assoluto e che ogni persona ha un suo personale metabolismo, ritmo di vita e stato affettivo che influenza la propria esigenza alimentare.

Alcuni sintomi acuti, ma più spesso cronici, ci possono segnalare che non stiamo mangiando in modo adeguato al nostro fabbisogno psicofisico.

Il modo di mangiare risente di molti fattori, come i ritmi di vita, la comodità, la relazione sociale, il conforto o appagamento che alcuni cibi ci danno rispetto ad altri e il legame affettivo ad essi connesso; accomuna quasi tutti il fatto di non essersi mai posti domande personali sulla nostra alimentazione, su quali alimenti ci siano utili o dannosi e su quale dieta ci potrebbe corrispondere. Abitudini alimentari famigliari inadeguate, pubblicità, mode sociali, praticità ci fanno perdere le coordinate che ci orientano salutarmente nelle nostre scelte alimentari e ci conducono in un programma nutrizionale che, molto spesso, ha ben poco a che fare con il nostro benessere.

In questo senso rivolgersi allo specialista ha come obiettivo promuovere un nuovo incontro con il cibo per sperimentare e riconoscere un modo di mangiare che ci corrisponda energeticamente per qualità e quantità, nel rispetto di ciò che il rapporto con il cibo ha rappresentato e rappresenta per noi.